Prerequisiti del corso. Cosa ti serve per iniziare

Prerequisiti del corso

Conoscenze musicali

Ti stai chiedendo se hai bisogno di una base musicale per iniziare il corso PianoSolo Maestro? La risposta è semplice: no! Indipendentemente dal tuo livello o dalla tua esperienza musicale precedente, questo corso è pensato per accogliere tutti.

Che tu sia un principiante assoluto, senza alcuna nozione di musica, o che tu abbia già avuto qualche mese di studio alle spalle, PianoSolo Maestro è strutturato per guidarti passo dopo passo. Ogni studente, dall’amatore al musicista più avanzato, troverà il suo spazio e le risorse adatte alle proprie esigenze.

E se hai già percorso tutto il cammino proposto dal corso? Non temere! Il nostro esperto tutor è pronto a offrirti un programma di studio personalizzato, calibrato sulle tue esigenze e abilità. Grazie a una profonda conoscenza del tuo percorso e delle tue capacità, ti guiderà in maniera mirata per aiutarti a raggiungere nuovi traguardi musicali. Con PianoSolo Maestro, la tua crescita come pianista non ha limiti!

Studio e dedizione

Il pianoforte è forse uno degli strumenti più difficili e complessi, richiede dedizione e pazienza. Se hai mai tentato di suonarlo, o conosci qualcuno che l’ha fatto potresti chiederti: “Quanto tempo è necessario per progredire veramente?”

PianoSolo Maestro è stato ideato proprio con l’obiettivo di guidare gli appassionati, attraverso questo percorso, un passo alla volta. Ciò che rende unico questo approccio è che non mette la pressione del progresso a tutti i costi al centro, bensì l’amore per la musica. L’idea è di lasciarsi trasportare dalla passione, facendo in modo che ogni ostacolo diventi un motivo di crescita e che ogni sforzo sia bilanciato dalla profonda gioia che la musica può donare.

Naturalmente, l’avanzamento è soggettivo e varia da persona a persona. Tuttavia, la nostra esperienza ci ha mostrato che un impegno di circa 30 minuti a 1 ora al giorno può portare a notevoli progressi. Ma la chiave del successo non sta solo nella durata, ma nella qualità dello studio. Concentrazione, dedizione e assenza di distrazioni sono essenziali. Impostare un momento quotidiano, come un appuntamento imperdibile con il tuo strumento, ti permetterà di costruire solide fondamenta e di coltivare il tuo amore per il pianoforte.

Lo strumento: pianoforte o pianoforte digitale?

Per iniziare a studiare il piano devi munirti di una tastiera, possibilmente pesata, di almeno 61 tasti. Questo perché, anche se all’inizio gli esercizi e i brani affrontati potrebbero non richiedere l’intera estensione di una tastiera da 88 tasti, avere una gamma più ampia ti permette di abituarti alle dimensioni e alle posizioni standard del pianoforte.

Il vantaggio di avere una tastiera, soprattutto per chi ha problemi di spazio o budget, è l’ingombro ridotto, la portabilità, la silenziosità (con le cuffie i tuoi vicini dormiranno sogni tranquilli) e spesso una serie di funzionalità aggiuntive come la presenza di tantissimi campioni sonori, la possibilità di registrarsi su dispositivi rimovibili usb e collegarsi a un computer per l’editing professionale. Molti modelli di tastiere offrono anche la possibilità di collegare un pedale sustain, dando la sensazione di suonare un pianoforte vero. Infine, ma cosa non meno importante, la risposta della tastiera, che dovrebbe essere pesata o perlomeno semipesata, per simulare il tocco e la sensazione di un vero pianoforte acustico. Una tastiera con risposta pesata offre una resistenza simile a quella dei tasti di un pianoforte tradizionale, permettendo una maggiore espressività e dinamica nella performance. Questa caratteristica è fondamentale per chi desidera avere una esperienza di studio il più vicino possibile a quella di suonare un pianoforte reale.
Le tastiere semipesate, d’altro canto, offrono una resistenza minore rispetto alle tastiere pesate, ma sono comunque preferibili alle tastiere senza alcun tipo di risposta.

Il pianoforte acustico, d’altra parte, offre un’esperienza autentica, con una risposta e una risonanza che una tastiera elettronica non può replicare completamente. Se hai la possibilità di investire in un pianoforte, soprattutto se sei seriamente interessato a progredire nella tua carriera musicale, è sicuramente la scelta migliore. La sensazione che uno strumento acustico offre è impareggabile, al tocco e all’udito. Ma se sei agli inizi e non sei ancora sicuro dell’impegno a lungo termine, una tastiera pesata potrebbe essere l’opzione ideale per iniziare.

Altri fattori da considerare sono il tipo di suono, la presenza o meno di altoparlanti integrati, la polifonia (numero di note che possono essere suonate contemporaneamente) e, ovviamente, il prezzo. Una tastiera di buona qualità con caratteristiche simili a un pianoforte, come tasti pesati e risposta dinamica, può variare notevolmente in prezzo in base alla marca e alle funzionalità aggiuntive.

 

Strumenti per iniziare

Ecco un elenco di tastiere consigliate per iniziare:

Per chi non ha budget

Roland GO 88 tasti

Altre tastiere Entry Level

Piano Digitale Roland FP-30X

Yamaha P-145

Casio CDP-S110BK

 

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.